Ad Menu

Iscriviti ai Mondi dell'Altrodove per ricevere gli articoli via e-mail!

mercoledì 9 settembre 2009

3

Criticità: la leggenda dei catto-comunisti

Beaver Premesso (e non concesso): Wikipedia non li contempla proprio e c’è chi giura che non esistano nemmeno. Io posso smentire tutte queste voci e sollevare alla fine il velo che nasconde, alla vista di tutti noi, l’esistenza di un vero catto-comunista!

Ho faticato molto a trovarne uno, ma alla fine le mie fatiche sono state premiate…



Domanda: può dirmi il suo nome? (mio Dio, quanto è brutto!)

Catto-comunista: preferire non rispondere! (ma perché mi guarda così?)

Domanda: come preferisce essere chiamato? (credo puzzi, perfino!)

Catto-comunista: Catto andrà bene. (se non la smette, lo mordo!)

Domanda: ci sono molte leggende che la riguardano… (si, puzza davvero!)

Catto-comunista: C’era una volta un comunista che pensava di esserlo ed un catto che non sapeva di essere un catto. Entrambi avevano eccellenti rapporti con la signorina Sede, detta La Santa. Comunicavano sempre tra loro con dei disegnini - dei fumetti in pratica - poiché parlavano lingue differenti ed ogni volta che avevano cercato di mettersi d’accordo verbalmente si erano sempre fraintesi…

Domanda: io non la sapevo così…

Catto-comunista: sono un catto, prima di tutto, lo saprò ben io com’è! (ecchecavolo!) – dunque, non si mettevano mai d’accordo parlando ed inventarono la stampa. Purtroppo la carta si lascia scrivere da chiunque e, ben presto, la stampa fu in pericolo…

Domanda: è una barzelletta? (questo, o ci fa, o ci è!)

Catto-comunista: sì, una barzelletta cattocomunista! (Io sto qua lo mordo sul sedere, se non la smette di interrompere!)

Domanda: mi dispiace, la prego, continui - (speriamo faccia in fretta: co’ sta puzza non resisterò a lungo!)

Catto-comunista: dunque: il catto voleva rendere partecipe il comunista che i suoi rapporti di personale governo (o governo del bassopersonaleanteriore, or ora non ricordo e comunque non fa molta differenza) con la Sede erano eccellenti da sempre, essendo poi la Sede una personcina ricca di prestigio ed autorevolezza. Il loro rapporto – sempre a detta del catto - era alimentati da un dialogo continuo e le voci di una incrinazione…

Domanda: incrinazione? Incrinatura vorrà dire… (oltre che puzzone, questo è pure ignorante!)

Catto-comunista: …e le voci di una INCRINAZIONE!!! - (io lo spappolo, sto’ cretino!) – fra lui, il catto, e la Sede – detta la Santa – erano solo bugie bollate!

(qui domanda, al suono di “bollate” apre la bocca, ma il catto comunista lo fulmina con gli occhi e non se ne fa nulla)

Catto-comunista: il catto poi era uno strenue difensore – a parole soltanto, poiché nei fumetti era una schiappa - di alcuni principi basilari della civiltà come la difesa del diritto alla vita e della famiglia. Li buttava lì a dimostrare al comunista che questo suo rapporto con la signorina Sede andava sempre più consolidandosi. A tale proposito la signorina Sede avrebbe davvero gradito un incontro tete a tete con il catto, ma questo rispose picche. Il catto era dotato di un cervello versatile e banderuolo e questo faceva sì che una ne pensasse e cento ne dicesse…

Domanda: il comunista era geloso, allora?

Catto-comunista: certo! Circa il 90% del comunista era strapieno di gelosia. Livello rosso, mi capisce? (ma che ci parlo a fare con questo qua)

Domanda: ma come nacque la leggenda del cattocomunista?

Catto-comunista: non mi svii!! Il cattocomunista viene dopo! Il catto voleva solo svicolare dalla signorina Sede, che era divenuta appiccicosa, senza però offenderla. I catti hanno fama di essere gentilcatti, sa! Comunque, detto fra me e lei – e questo è un mio pensiero badi bene - la libertà di stampa c’ è solo se non si viola il diritto alla riservatezza, il segreto professionale e i dati sensibili del paziente…

Domanda: CHE COSA?

Catto-comunista: è contro la volontà di tutti minare la campagna! Ma si immagini che fine possono fare le patate! (che nemmeno mi aggradano, mi creda!) L'ho detto al catto e lo ripeto anche a lei: povera Italia! Credo che ci sia ancora bisogno e di pomodori e di granoturco!

Domanda: meglio tornare ai fumetti…

Catto-comunista: certo! Il succo è questo! Anche perché, mi creda, i comunisti non esistono, sono una specie estinta! Credo si siano mangiati fra di loro il giorno in cui decaddero dalla catena alimentare… non c’è da meravigliarsi: non hanno mai azzeccato la direzione giusta: questa loro mania di girare sempre verso sinistra li portava a fare il girotondo senza via d’uscita! Ridicoli!

Domanda: Ci sono i sondaggi, però…

Catto-comunista: e sono orgoglioso di affermare che il popolo dei catti veleggia con vento a favore verso il 70% dei consensi pro-patata, un primato ineguagliato in tutte le campagne coltivate in questo ultimo frangente, specie dopo un anno di duro lavoro! Merito dello share…

Domanda: ma lei è un cattocomunista, non un catto…

Catto-comunista: e allora? Molti vorrebbero essere come me, anche lei (stupido com’è) io non rubo patate, non mi avvantaggio, non sporco, diffondo amore e sicurezza e sono ricoperto di soffice pelo… posso essere tranquillamente lavato in lavatrice, basta però non inserire la centrifuga…

Domanda: lei è pazzo!

Catto-comunista: io sono una nuova conquista dell’evoluzione, sono in cima alla catena alimentare, avanti a me non fuor cose create se non eterne ed io eterno duro…

Domanda: e poi lasciate ogni speranza, voi ch’entrate!!

Catto-comunista: Io difendo la coltivazione della patata e la difendo con le armi ed i gianduiotti…

Domanda: giavellotti! (cosa vi entrerà mai…)

Catto-comunista: lei mi sta antipatico, lo sai? Io, la leggenda del catto-comunista non gliela racconto più! Peccato per lei, il finale è di tutto rispetto!!!

Domanda: ma vaff….!

3 puntini di sospensione:

  • Daniele Verzetti il Rockpoeta

    Non sono sicuro che ci abbiamo davvero perso qualcosa con il suo finale.....

    Spesso il catto-comunista é ora il conformista di gaberiana memoria....

  • Adriano Smaldone

    beh posso anche esistere un comunista che crede in dio ci puo sempre essere. Veedi il fatto e questo: non esiste piu il comunismo di una volta quello rigido diciamo che oggi esiste si un comunismo ma alla leggera piu concessivo ma sempre comunismo. secondo la mentalità di madssa essere comunista ed essere cattolico ti sa quansi di controsenso, no!?!?!?. pero dai un po di elasticità mentale ci deve sta nell indivisduo. e una razza che puo esistere secondo me

  • Ormoled

    Non esiste più un vero comunista, non esiste più un vero cattolico.
    Forse il catto comunista è un animale immaginario, come l'unicorno.
    Ciao :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

rosa sui libri

Java script dei numeri pagina blog

Post più popolari

Denim Template © www.Blogger.com - Clear Template by http://lafarfallachescrive.blogspot.com

changed Altrodove Template by http://altrodoveblog.blogspot.com/

Non copiare, ma chiedi, linka e ti sarà dato!

I MONDI DELL'ALTRODOVE by Daniela Gambo is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.
Creative Commons License

«I Mondi dell'Altrodove» Copyright © 2008 di Daniela Gambo

Back to TOP