Ad Menu

Iscriviti ai Mondi dell'Altrodove per ricevere gli articoli via e-mail!

mercoledì 15 settembre 2010

0

Il resto del mondo non conta.

Cosa rende tanto speciale l'Italia? Crediamo davvero di essere ancora il popolo eletto dalla Storia (quella con la S maiuscola, per intenderci, che ci insegnano a scuola e che inizia con Remolo - il fratello sfigato - e Remo - quello che invece ha perso la barca - e che finisce con l'incontro dell'arciduca con nostra Signora con la Falce)?
L'italiano che popola questa nostra penisola, ancora crede che il meditterraneo sia la culla della civiltà e che le grandi vestigia romane non sono ciò che oggi sono: appunto, solo vestigia (e nemmeno condonate, per giunta!)
Siamo il popolo delle grandi indignazioni e delle grandi dimenticanze. Urliamo contro l'ingiustizia e poi stiamo lì a inchinarci davanti a chi ci sottrae quei pochi diritti e quelle poche leggi che ancora funzionano. Crediamo alle loro parole (dei politici) e non ci informiamo dei fatti. Anzi, ci dimentichiamo dei fatti e non andiamo nemmeno a vedere come vanno poi a finire.
La nostra intera classe politica razzola male. Ha sempre razzolato male. Solo che oggi parla anche male. Si indigna quando viene scoperta, tanto sa che poi l'italiano dimentica e si ricorderà solo dei sentito dire che meglio saranno diffusi.
Gli italiani-brava-gente mi hanno davvero stufato! Devo dire che ancora sentir discutere su come i nostri politici sono il governo del fare, sui grandi traguardi raggiunti, su come hanno saputo guidare il paese fra terremoti, crisi economica e immigrazione, su come hanno saputo riformare scuola, giustizia, perfino su come sono stati bravi a gestire la tragedia dell'Abruzzo - e la lista sarebbe così lunga poiché sono anni che questo governo traballa, ma si regge in piedi in virtù della stabilità che è insita in un tavolino a tre zampe - mi rende difficile procedere poi nella digestione! Sento ancora quel leghista Ballaman che orgoglioso ha dichiarato di aver rinunciato al privilegio dell'auto blu e poi tralasciare il fatto che si è fatto assegnare quale rimborso benzina per l'uso della sua auto privata - in luogo di quella pubblica - la modesta somma di 3.200 euro al mese, esentericevute, naturalmente, ma sulla parola!
Il partito dell'amore che coerentemente abbraccia Putin e Gheddafi, che litiga ma che non si dimette, questo governo del fare che si auto-celebra, che si auto-intervista e che si auto-legittima, ha ancora davvero credibilità per questa Italia che sempre di più sta diventando il fanalino di coda dell'Europa? Ancora gli italiani credono ai miracoli di Padre Pio e ancora - nelle assemblee del comitato scolastico, sento i genitori litigare sulla presenza o meno della croce nelle aule, ma niente sento sul fatto che quest'anno calano le ore d'inglese, tolgono la seconda lingua straniera, vengono diminuite se non addirittura tolte le ore di laboratorio informatico, in virtù di un maestro unico che tutto sa e tutto può fare, per amore di un insegnamento che non ha bisogno di strutture o finanziamenti, tanto prima della Prima Guerra  Mondiale nessuno andava a scuola e pure si campava lo stesso!

dal blog "http://lecosedasalvare.blogspot.com/"

0 puntini di sospensione:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

rosa sui libri

Java script dei numeri pagina blog

Post più popolari

Denim Template © www.Blogger.com - Clear Template by http://lafarfallachescrive.blogspot.com

changed Altrodove Template by http://altrodoveblog.blogspot.com/

Non copiare, ma chiedi, linka e ti sarà dato!

I MONDI DELL'ALTRODOVE by Daniela Gambo is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.
Creative Commons License

«I Mondi dell'Altrodove» Copyright © 2008 di Daniela Gambo

Back to TOP