Ad Menu

Iscriviti ai Mondi dell'Altrodove per ricevere gli articoli via e-mail!

giovedì 31 dicembre 2009

5

2010. L’anno del contatto?

auguri

Manca poco ormai… uno due tre e la bottiglia di spumante esplode, le bollicine frizzano e sfrizzano e la schiuma parte a razzo verso il cielo… e poi luci nella notte, colori che nascono dalla polvere da sparo, grida e risate e la magica parola: Auguri!

Il resto del mondo
si affaccia a guardarci,
occhi neri
più profondi dell’oscurità senza luna.


L’altra faccia del sole
che brucia
più dell’aria calda del deserto,
si nasconde a spiarci.

Pupille grandi
come spicchi di pianeti misteriosi,
attoniti e liquidi
come la pioggia del monsone che segna la terra,
distanti un intero giorno
e millenni di tempo…

bimbonigeriano


Pupille grandi che chiedono,
senza conoscere le parole e
senza aspettarsi nemmeno una risposta,
lontani da noi come la profondità dell’oceano…

Anime disperse all’interno di un vaso:
è un’innocenza che non si riconosce
e che ha sete
e fame
e guarda la coltre pesante del cielo
sopra di essa
e ne osserva la magia e l’indifferenza…


…e più di noi ne fa parte.
Di diritto.


“Di diritto”
di Daniela Gambo, 2009

Leggi avanti...

martedì 29 dicembre 2009

8

La beffa dello Scudo fiscale – Tremonti è contento, beato lui…

Credo davvero che questa sia una delle Leggi più aberranti degli ultimi anni, insieme all’indulto e alla reintroduzione del nucleare in Italia.

Il TGcom, una delle tanti voci genuflesse del Governo, riporta la bella notizia che Tremonti è contento! 95 miliardi sono i capitali che son tornati! Che splendida notizia e che goduria!! Quanti soldini evasi bellamente e che ora pagheranno solo il 5% di tasse anziché almeno l’aliquota minima del 27! Certo la felice conclusione di Tremonti sapete qual’é? Che evadere all’estero, tutto sommato, non conviene: infatti i soldini tornano a casa… e per la felicità, ecco che lo Scudo fiscale si fa quaterprorogata la scadenza al 30 aprile! Che aspettate? Portate le vostre domande in Banca, dai, che ce la fate ad importare i sudati guadagni di una vita, esportati e ripuliti da ‘ste noiose tasse, in tempo per le vacanze estive!!!

scudo fiscale altrodoveblog

Leggi avanti...

sabato 26 dicembre 2009

8

Buon Natale dai Mondi dell’Altrodove!

Sono tante le difficoltà che, anno dopo anno, Babbo Natale incontra sulla sua strada…

…il traffico aereo, per esempio,


le richieste di regali ad-personam,

berlusca-natale

i compromessi del caro-vita,

20081222-giochi-cinesi

il cinismo del mondo d’oggi,

pibuonilowja2

la mancanza di fantasia di questo terzo millennio,

immagine-3

il fascino del mondo virtuale del world wild web,

vignetta-di-natale-1

la dilagante confusione sessuale del mondo moderno,

vignette-natale-6

l’intolleranza per il diverso…

vignetta_natalizia_048_thumb[6]

E così Babbo Natale quest’anno si è svegliato con un’idea in testa…

vignetta-di-natale-1

“Troppo tempo trascorso a pensare al Natale degli altri” si disse “che male può fare un po’ di sano egoismo?”

babbo_natale_wanted

Già, che male può fare?

Leggi avanti...

giovedì 24 dicembre 2009

6

AUGURI A TUTTI!!!


Auguri di serene feste e, ricordate, non affannatevi troppo tra cibo e regali, ma state insieme agli amici, alle persone care, ai vostri figli ed anche alle persone che vi sono lontane nella distanza, ma accanto a voi con il cuore!!

Un abbraccio a tutti voi!!!

Leggi avanti...

giovedì 17 dicembre 2009

10

C’erano, non ci sono più.

Sono contraria alla censura, figuriamoci a quella preventiva! Il nostro governo è un governo del fare… prevenzione ai mali che possono colpirlo! Viene fuori ora che Google non trova più le foto di Berlusconi colpito da Tartaglia e che anche quest’ultimo sia sparito dal google-web insieme alla statuetta del Duomo. Bè, vedere l’arma del delitto – magari insanguinata – mi sembra un effetto splatter che non mi interessa più di tanto. Anche la faccia dell’insano aggressore non è uno dei miei principali desideri, ché sono un po’ stufa di questo accanimento mediatico che si incentra su criminali, presunti assassini e quant’altro faccia scoop, dipingendoli magari come affascinanti eroi del male. Né sono felice di vedere il viso del premier insanguinato spuntarmi da per tutto.

Non ho infatti postato alcuna immagine di BBB insanguinato, né di Tartaglia allucinato – per i motivi detti sopra, ma leggendo il post di Fabio, sono andata a ricercarmi il link originale della notizia, che è apparsa, manco farlo apposta – su La Repubblica:

ROMA - Il motore di ricerca più potente della terra non le trova più. A tre giorni dall'aggressione al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, su Google sono 'sparite' le sue fotografie con il volto insanguinato. C'erano, non ci sono più.

Le notizie fioccano veloci su internet e le immagini di Berlusconi ferito hanno fatto il giro del mondo. Che esse siano vere o meno, queste ci sono e che Google le voglia cancellare mi pare strano, oltre che inutile. Sono consapevole che chi critica Berlusconi ed il suo operato spesso perda la lucidità per vedere le cose come sono e non come appaiono, ma è anche vero che siamo avvezzi ormai ai suoi giochetti da prestigiatore: affermazioni, ritrattazioni, gesti eclatanti, tentativi di censura e quant’altro.

Ma non vorrei che si perdesse invece di vista un altro fatto, a mio parere ancora più grave. BBB è l’esponente di un governo. L’esponente in vista, con un volto mediatico in grado di trascinare e di raccogliere consensi e voti. E questo va bene in campagna elettorale per qualsiasi partito. E’ il governo che l’attornia, che a me fa venire i brividi. Pensate ai personaggi che lo circondano, che propongono le leggi, i decreti, che firmano queste leggi rendendole esecutive anche quando sono evidentemente anticostituzionali (e qui il riferimento a Napolitano non è casuale ed involontario). Pensate a quei personaggi che si affannano all’opposizione e opposizione non fanno. Pensate a quei personaggi che cambiano bandiera ma non sono leali con le loro idee e non portano avanti fino in fondo le loro convinzioni ed i loro principi.

Certo BBB è facile da attaccare: è come sparare sulla crocerossa. Ma anche questo è sviare l’attenzione dai lavori in corso di un intero governo che sta trascinando l’Italia verso il buco nero dell’estremismo, in ogni campo e ciò non può portare a nulla di buono.

Leggi avanti...

mercoledì 16 dicembre 2009

7

Nuove leggi sulla censura preventiva!

Ecco che il pentolone ribolle e lo fa alla grande!

Ecco che l’aggressione al Premier diviene il trampolino di lancio per un attacco alla libera informazione, ad Internet, addirittura ai cortei e alle manifestazioni!

Stiamo attenti, perché la prossima manovra potrebbe essere addirittura il coprifuoco per chi viene tacciato di avversione politica verso il Governo (e, si sa, i vampiri si svegliano di notte!)

Il ministro degli Interni annuncia lo studio di nuove norme per manifestazioni e web e ipotizza l'applicazione a questi campi delle misure contro la violenza negli stadi

Maroni: "Nuove norme su cortei e siti"
Si parla di filtri alla navigazione web.

Giovedì a Roma il Consiglio dei ministri si riunirà per ridurre una volta per tutte al silenzio le manifestazioni di Piazza (tipo quella del No B Day) e internet. E visto che la preoccupazione del Governo è elevatissima, lo farà tramite un Decreto di urgenza, scavalcando il Parlamento e ritornando, con passi di gigante, al tempo del fascismo in Italia. Allora il Re firmava quei decreti. Spero che, se mai queste leggi che violano la libertà, la democrazia, la costituzione e sono un insulto per l’Italia intera, sia di destra, di sinistra o di centro, non verranno mai e poi mai firmate da Napolitano, ma rigettate al mittente!

L’Italia come la Cina (ma non erano comunisti?), come l’Iran e gli Emirati Arabi Uniti (ma non sono tutti estremisti e terroristi?): ma davvero vogliamo diventare così? Cechi, muti e riconoscenti come tante statuine di terracotta verso chi ci mette nel forno?

Devo dire che tutto questo mi fa paura. E la cecità di chi è al Governo, la sua irresponsabile politica insieme all’irresponsabile noncuranza dell’opposizione mi fa temere che si possa aprire un varco nella democrazia italiana che sarà difficile non solo richiudere, ma anche poi curare tutti i mali e i disastri conseguenti.

Casini lo contesta: "No a provvedimenti illiberali, le leggi ci sono già". Critici anche Gentiloni, De Magistris e "Fare Futuro".

Dirette televisive su internet: serve il via libera del governo.

Leggi avanti...

martedì 15 dicembre 2009

10

Ahia!


Premetto che a me, BBB non piace. Non piace per niente. Premetto che credo che BBB sia un profittatore, un convivente mafioso, uno dei tanti mali d’Italia. Premetto anche che credo fortemente che i seguaci politici di BBB siano peggio di lui ed, in questo elenco, includo soprattutto la Lega. Premetto anche che ci sia, in BBB e nel suo governo, una buona dose di insanità mentale condita con una abbondante innaffiata di narcisismo all’ennesima potenza.

Ciò nonostante credo fortemente che BBB vada sconfitto alle urne e che ogni atto di violenza sia da condannare. E credo anche che – una volta per tutte – BBB vada giudicato in un’aula di Tribunale, non all’interno di cabine elettorali statisticamente sondaggiate.

Poiché noi siamo cittadini civili, è per noi impensabile rispondere alla violenza con la violenza. Ricordate la Lega con i suoi manganelli contro l’immigrato? Con le loro ragazzate su Facebook con il gioco del lancio del clandestino? Ricordate come il Governo declassava ogni sua mossa illecita contro la Costituzione ed il Parlamento, come una provocazione? Io ricordo benissimo le parole del premier quando parlava di chi non lo aveva votato: quei quattro stupidi – ci aveva chiamati, offendendo la libertà di pensiero altrui. Il Governo di BBB, e con loro chi ci sta dietro, stanno portando l’Italia verso un mondo buio, grigio fumé ad esser ottimisti e per far questo calpestano tutto ciò che gli si para davanti.

Avete visto ieri i miriadi di servizi sul cosiddetto attentato terroristico alla vita del nostro amatissimo premier? Ho visto sulla Rai paragonare il lancio del souvenir del Duomo di Milano all’uccisione del Presidente Kennedy. Ho visto, sempre sulla Rai, come all’anello che protegge Berlusconi manchi un uomo come Clint Estwood! Poi ho potuto vedere mille e mille volte il video dell’attentato e mi è sorto un dubbio. Ma sto video è vero?

Non abbiatene a male e non saltate subito sulle sedie, per quello che sto per dire, ma non vi sembra che sia strano come si veda bene la mano che agita la statuina al di sopra delle teste e come quelle che sembrano tanto delle guardie del corpo la stiano osservando sta cribbio di statuetta, ma non intervengano affatto? E poi come BBB appaia stordito e quasi imbambolato per il colpo subito, tanto che lo devono sorreggere e trasportare quasi a braccia dentro la macchina, con il viso pallido e subito dopo uscirne arzillo ed incazzato nero con, ora si, il viso sporco di sangue? Non so, forse è solo forza dell’abitudine a pensare male, ma io ripenso a quelle cimici messe apposta dallo stesso BBB nel suo studio al solo scopo di accusare i suoi avversari politici di intimidazione e persecuzione… (e i puntini di sospensione sono d’obbligo). Non passerà ora in secondo piano tutte le polemiche sul processo breve, l’ultima fatica incostituzionale del Governo? Non si farà mica una caccia alle streghe contro blogger e navigatori della Rete presunti terroristi? Non sarà una mossa pubblicitaria architettata ad arte per far ora passare la persona di BBB come un novello martire?

Tartaglia è divenuto ora un altro Oswald oppure è davvero un pericoloso serial Killer di Presidenti del Consiglio? Certo è un uomo che andrà incontro ad una magistratura che – io credo – non sarà affatto indulgente con lui, benché sia incensurato e sia già stato accertato i suoi problemi psichici. A meno che non usufruisca della grazia presidenziale… un po’ come il perdono concesso da Wojtyla ad Ali Ağca.

040331_sharktale_bcol_2p.standardL’importante, in ogni caso, è risvegliarsi da questo lungo coma in cui giace l’Italia e scrollarsi finalmente di dosso la Malattia della Malpolitica, la quale colpisce indistintamente tutti coloro che si siedono su quelle poltrone di broccato rosso e questo risveglio mi auguro sia privo degli effetti collaterali indotti da strani intrugli allo squalene…

Se vuoi, puoi votare questo articolo su OkNotizie e lasciare un commento.

Leggi avanti...

domenica 13 dicembre 2009

7

Banane e regole sociali


Le regole sociali sono i pilastri della società, appunto. Ma cos’è, veramente, una regola sociale? Prendete questo semplice esempio, pensateci e poi dite la vostra, se vi pare…

L’ambiente dell’esperimento è il seguente: c’è una gabbia, con cinque scimmie dentro. Al centro della gabbia, appeso al soffitto, pende uno spago con una banana legata in fondo. Sotto la banana, c’è una scala.

Le scimmie sono animali dotati di una discreta intelligenza, di spirito di osservazione e sono in grado di imparare dall’esperienza… molto umani direi e quindi non passerà molto tempo che una scimmia proverà ad arrampicarsi sulla scala per prendersi la banana. Appena la scimmietta toccherà la scala, esperimento vuole che tutte le scimmie vengano subitaneamente annaffiate con un getto violento di acqua gelida. Tale evento si svolgerà puntualmente ogni qual volta una scimmia si avvicinerà alla scala.

bananaAd un certo punto l’idea che ci sia un collegamento tra doccia fredda e tentativo di avvicinarsi alla banana si farà strada nella parte di cervello di questi primati preposto all’elaborazione dell’esperienza e, dunque, accadrà che quando una scimmia ripeterà il tentativo di salire sulla scala, le altre quattro scimmie la picchieranno di santa ragione! Ma gliene daranno tante, ma tante, che tanto basta!

La seconda parte dell’esperimento prevede, a questo punto, di far uscire una scimmia e di sostituirla con una estranea al gruppo e priva quindi dell’esperienza della doccia fredda. Questa nuova arrivata si guarderà attorno, studierà la situazione, si gratterà sulla sommità del capo e poi si avvicinerà alla scala facendo evidente moto di volersi arrampicare per raggiungere la banana. La reazione della comunità delle altre scimmie esploderà immediatamente: verrà attaccata e pestata come esperienza vuole. Alla fine, dopo due o tre altri tentativi, la nuova scimmia si renderà conto che è meglio aspirare la banana da lontano.

Alla seconda sostituzione di un’altra scimmia che faceva parte del gruppo originario, la scena si ripeterà identica: nuova scimmia, avvicinamento alla scala, pestaggio - cui farà entusiasticamente parte la scimmia entrata precedentemente! - accettazione del divieto.

Siamo alla terza sostituzione di una scimmia del gruppo di partenza. Anche questa si avvicina alla scala ed anche questa viene picchiata dalle altre quattro scimmie - due delle quali, però, benché aggrediscano con lena la nuova arrivata, non hanno la ben che minima idea del perché lo stiano facendo o del motivo per cui non ci si può avvicinare alla scala, essendo prive totalmente dell’esperienza della doccia fredda!

scimmia1Segue quarta e quinta sostituzione: sempre stessa scena e medesima soluzione. Alla fine raggiungeremo il risultato che il gruppo sarà composto da scimmie che non erano presenti all’acquisizione dell’esperienza della doccia fredda e che nonostante ciò non si avvicineranno alla scala ed impediranno a qualsiasi altra scimmia dal farlo e questo perché hanno sempre fatto così e qui si fa così da sempre!

Questo esperimento getta luce su come nascono e si consolidano le regole sociali. Col tempo il tubo di gomma per l’acqua gelida verrà dismesso e la banana marcirà. Nessuna scimmia però si avvicinerà mai alla scala ed ai figli nati in seguito verrà insegnato a non avvicinarsi a loro volta…

Leggi avanti...

venerdì 11 dicembre 2009

5

Sproloqui


Di certo è che il nostro premier ha sempre avuto il talento di scegliere il momento più opportuno per dire la sua. Sembra scegliere con oculatezza i luoghi migliori – sempre da lontano, tipico di chi lancia il sasso e poi nasconde la mano – le parole più delicate – e dire che i suoi cechi sostenitori sono letteralmente affascinati da questa sua così detta forza vitale! – gli argomenti meglio ammantati di verità assolute (le sue). Lentamente, ma inesorabilmente, i tempi stanno divenendo maturi per dire basta alla sua arroganza, alle sue leggi ad personam, ai suoi tentativi per elevarsi sulla massa (che saremmo poi noi)!

Questa che segue è la figura barbina, l’ennesima sua sceneggiata con l’ausilio di un pessimo regista…

SuperSilvio, il premier con le palle... di Bubble-gum!

Questo mondo italiano, per BBB, è un’anomalia, pieno com’è di magistrati comunisti che lo inseguono anche di notte, nei suoi incubi, facendo la guerra a lui ed al suo governo che continua ad ingoiare di tutto pur di rimanere a scaldare quelle poltrone di broccato rosso – e si sa, in tempo di crisi, si fa questo ed altro per preservare il proprio posto di lavoro, specie se è pubblico!

BBB riesce a dormire appena tre ore per notte: lo tiene sveglio la paura tormentosa della visione di nuvole di toghe rosse che svolazzano sopra di lui come avvoltoi attorno ad una carcassa.

BBB è solo un uomo che molto semplicemente ha un sogno. Che non è quello del premio Nobel (tanto lo danno a tutti oramai) e nemmeno quello di divenire Presidente della Repubblica Italiana (a meno che non venga forgiata a sua immagine e verosomiglianza). Il sogno di Berlusconi è entrare nella Storia. Quella con la S maiuscola. Quella per la quale Giovanni Minoli è disposto a fare una puntata, che verrà debitamente registrata dal bravo cittadino-golem, in digitale, su dvd blu ray, con tanto di copertina scaricata da Internet (la rete servirà pure a qualcosa, no?) e riposta in religioso silenzio accanto a quello di Fiorello…

E così sia.

Leggi avanti...

giovedì 10 dicembre 2009

2

Andreainforma: la lega corre via…

Altro articolo inviatomi da Andreainforma, che giro a voi...

La Lega propone di aumentare il limite massimo di velocità sulle autostrade

La Lega Nord ha proposto un emendamento per incrementare il limite massimo di velocità sulle autostrade da 130 km/h a 150. Io non sono d'accordo. Per un motivo molto semplice: si potrebbe compromettere la sicurezza sulle autostrade. E' vero che le auto di oggi sono più sicure rispetto a quelle di qualche anno fa, ma è altrettanto vero che le nostre autostrade sono tra le peggiori d'Europa. Sono insicure, lasciano molto a desiderare per quanto riguarda l'ambito strutturale e in molti tratti addirittura non è presente la terza corsia (vedi la Salerno-Reggio Calabria). Tra l'altro le cifre ci dicono che in Italia sono in media oltre 5mila le persone che ogni anno rimangono vittime di incidenti automobilistici. E nonostante tutto si vuole aumentare la velocità.

Da questo emendamento potrebbero trarne beneficio solo le case automobilistiche, che invece di puntare su nuove vetture ecologiche continueranno a produrre auto con motori più potenti che superano di gran lunga gli attuali limiti. Spesso mi pongo questa banalissima domanda: che senso ha comprarsi una automobile veloce quando è praticamente impossibile sfruttare appieno le prestazioni del motore, almeno nel rispetto del codice della strada? Io credo che le case automobilistiche, invece di produrre motori che fanno della velocità la loro componente essenziale, dovrebbero concentrarsi di più sulla componente ambientale, perchè è ovvio che più si corre più si inquina. Non solo. Le case automobilistiche dovrebbero obbligare anche i costruttori ad abbracciare politiche più idonee che vengano incontro all'ambiente.

L'articolo 142 del Codice della strada dice che: "Ai fini della sicurezza della circolazione e della tutela della vita umana la velocità massima non può superare i 130 km/h per le autostrade, i 110 km/h per le strade extraurbane principali, i 90 km/h per le strade extraurbane secondarie e per le strade extraurbane locali, ed i 50 km/h per le strade nei centri abitati". Tuttavia c'è da dire cheesiste la possibilità di elevare la velocità a 150 in alcuni tratti autostradali. Questo è possibile solo sulle autostrade a tre corsie. Ma non è mai avvenuto, perchè la società Autostrade ha forse capito che potrebbe essere pericoloso proprio per quello che ho scritto inizialmente.

Andrea De Luca

Fonte: http://andreainforma.blogspot.com/2009/12/la-lega-propone-di-aumentare-il-limite.html

Leggi avanti...

lunedì 7 dicembre 2009

5

Manifestazione a Roma: che ne sarà del popolo viola?


In effetti è una domanda che mi pongo anch'io. Questa è stata una manifestazione che è nata sul web, che ha trovato il suo sbocco fino ad arrivare a Roma, così come fece Diritto alla Rete e così come certamente faranno altri in futuro. Sono voci che si moltiplicano, che nascono e si formano attraverso le informazioni che viaggiano su Internet, che sono spoglie di barriere televisive e di vecchio giornalismo di maniera.

Secondo il mio parere, ci stiamo avvicinando ad un bivio: o Berlusconi esce di scena, o arriveranno nuovi decreti, nuove leggi, nuove battaglie contro la libera circolazione di informazione. l'importante è non nascondere la testa sotto la sabbia, non crogiolarci all'idea che se timidi servizi passano, la bufera delle leggi ad personam è passata, perché non è così. Il Governo attuale non è dei migliori, Berlusconi non è il miglior Presidente del Consiglio degli ultimi cinquant'anni, nè tantomeno è lui il paladino della guerra anti-mafia! La crisi non è finita e non è stata per niente una questione di pessimismo indotto dalla sinistra ed i giudici non perseguitano BBB, ma vorrebbero tanto averlo in aula per poter mandare avanti legittimi processi ed indagini a suo carico. In una parola, essere eletti non legittima nessuno a montarsi la testa e porsi al di sopra di un altro cittadino così come vedersi contestare una multa, non autorizza nessuno a stravolgere la legge sulla circolazione sulle strade, nemmeno se sei il capo della stradale.

Che ne sarà del popolo viola? – articolo su Andreainforma

Leggi avanti...

venerdì 4 dicembre 2009

7

Imperare sovrana


Anzitutto, scusatemi tutti, voi lettori, se ultimamente latito un po’ nel blog. In parte è colpa del tempo, che mi rende nervosa e per niente accattivante, in parte è che davvero le ultime pantomime dei nostri politici, della TV e dei giornali mi hanno un po’ stufato! E’ il tempo di lasciare spazio alla satira, ché gli approfondimenti su un Trans di nome Brenda, insieme ai modellini di Vespa i fuori onda di Fini (che sarebbe ora smettesse di pensare solamente ed agisse un po’ di conseguenza!) - e di questi giorni gli sproloqui della Mussolini insieme alle serali ridicolaggini che escono dalla bocca di Ghedini, fanno oramai concorrenza a livello del Grande Fratello!

fuori-onda

Ma perché, ancora, non capisco come si continui a parlare, a riempire pagine e pagine di parole che girano come trottole, senza fondamento e senza costrutto, lasciando ai margini i reali e veri problemi della gente, che riguardano soprattutto un lavoro che non c’è – a dispetto di una crisi che viene ritenuta superata! Si parla di riforme: si annuncia a gran voce di voler risanare una giustizia malata che si vuole guarire solo a favore di chi in carcere non ci vuole andare perché eletto a maggioranza e che, magari, tanto innocente non è, visto la coda di paglia che si porta dietro! Si fa tagli alla ricerca, tagli alla sanità, tagli all’istruzione – tutto ammantato sotto il grande vessillo de “LA RIFORMA”.

I cittadini-golem sono un po’ confusi, oramai, sull’utilità dello scudo fiscale, tutti tesi a rimirare quella carta sociale (che chiamarla social-card fa tanto internazionale!) che avrebbe dovuto risollevare un po’ gli spiriti, ma che solo ha dato una mano alla mastercard che si è intascata le sue dovute percentuali – e si chiede: perché io pago il 27% di tasse sul conto corrente, che cala sempre, perché tra bolli, commissioni e tasse, il poco misero capitale viene inesorabilmente intaccato ed i “signori Cavalieri del Lavoro” su capitali esentassi, riciclati, lavati o sporchi, comunque mai dichiarati e sempre nascosti, possono contare sul solo 5% di imposta, quando a voler dar man forte alla finanza, si potrebbe con buona speranza tassarli, multarli e beccarli anche incassando la metà del capitale evaso? …

vignettafinanza

… ma comprendo che sia un argomento noioso, trito e ritrito, in contraddizione agli interessi di chi i soldi li ha e se li vuole tenere. Certamente la mancanza di dichiarazione dei redditi sarà dovuta alla necessità di liquidità al fine di buste impreviste, altrimenti difficili da scaricare o da richiederne il rimborso, o forse semplicemente perché improvvisi incarichi istituzionali possono venir compromessi, se bisogna abbassarsi a rispettare i fondamentali della Costituzione – tipo siamo tutti uguali di fronte alla legge, bisogna pagare le tasse, eccetera eccetera.

L’Italia ha votato, l’Italia ha scelto e la maggioranza non governa, ma regna.

"Fuori chi non si adegua a maggioranza"

Il partito decide su tutto!

Pensierino di Nonna Papera:

… che Berlusconi sia, dopotutto, di sinistra?

La speranza risiede nella certezza che il mondo continuerà a girare, anche dopo il 2012. Continueremo a guardare sconsolati l’estratto conto bancario e sperare che il tasso dei mutui non salga – continueremo a vagare in questa nostra galassia anche dopo il Regno di Berlusconi, confidando che il settantenne arzillo e pieno di vita capo di governo non abbia, nel frattempo, fatto troppi danni…

Leggi avanti...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

rosa sui libri

Java script dei numeri pagina blog

Post più popolari

Denim Template © www.Blogger.com - Clear Template by http://lafarfallachescrive.blogspot.com

changed Altrodove Template by http://altrodoveblog.blogspot.com/

Non copiare, ma chiedi, linka e ti sarà dato!

I MONDI DELL'ALTRODOVE by Daniela Gambo is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.
Creative Commons License

«I Mondi dell'Altrodove» Copyright © 2008 di Daniela Gambo

Back to TOP